PROCESSIONARIA DEL PINO

La lotta contro la Processionaria del pino è stata resa obbligatoria in quanto è un insetto altamente distruttivo per le piante poiché le priva di parte del fogliame, compromettendone così il ciclo vitale, inoltre, durante lo stadio larvale tale insetto presenta una peluria che risulta particolarmente urticante per vari animali e per l'uomo.

Esistono differenti metodi per combattere la processionaria del pino:

RIMOZIONE MANUALE

Distruzione meccanica dei nidi

La lotta meccanica contro la processionaria del pino consiste nel togliere manualmente dalla pianta infestata i nidi di processionaria. Tale operazione viene svolta solitamente in inverno, prima che le larve siano uscite dal nido, con l’ausilio di scale e tronca rami; durante il prelevamento dei nidi è necessario vestirsi in modo adeguato per evitare il contatto con i peli urticanti;

LOTTA AEREA

Lotta microbiologica

La lotta microbiologica contro la processionaria del pino è attualmente il metodo di intervento più utilizzato e consiste nell’impiego dell’insetticida biologico. Tramite un batterio che colpisce la processionaria viene paralizzata la larva danneggiandone i centri nervosi. Tale insetticida colpisce solo alcuni lepidotteri, dunque non risulta pericoloso per la biodiversità della zona in cui il trattamento viene effettuato. L’insetticida può essere diffuso con mezzo aereo (elicottero) o tramite un atomizzatore.

TRAPPOLE

Trappole ai feromoni (o ferormoni)

I ferormoni sono sostanze chimiche rilasciate dalla femmina per attirare il maschio durante il periodo dell’accoppiamento. Disporre di trappole ai ferormoni può essere utile per monitorare la diffusione delle falene di processionaria e per confondere le falene maschio nella ricerca della femmina. Evitando l’incontro tra i sessi si evita la fecondazione e quindi la formazione di una nuova generazione di insetti.

FITOTRATTAMENTO

Endoterapia

Per endoterapia si intende il trattamento fitosanitario eseguito attraverso l’immissione di sostanze insetticide e/o fungicide direttamente all’interno del sistema vascolare della pianta. Attraverso il flusso traspiratorio la soluzione viene poi traslocata all’intera chioma dove esplica azione di protezione contro i patogeni per tutta la stagione.

 

Rispettando opportunamente i tempi di intervento, si ottiene il duplice scopo di porre fine all’attività trofica della processionaria del pino salvaguardando la salute delle piante ospiti.
Per maggiori informazioni sugli interventi di disinfestazione da Processionaria del pino contattare tramite la sezione Info e preventivi o chiamare la sede di Pozzuoli al numero: 081 8042276.